E' stato istituito, per l'edilizia residenziale, il S.U.E. - Sportello Unico Edilizia - che costituisce il punto unico di riferimento per il privato che deve realizzare un intervento edilizio nel suo immobile.

Dal 1 gennaio 2017 le pratiche, che normalmente vengono presentate presso lo Sportello Unico per l'Edilizia, devono essere inviate in forma telematica utilizzando esclusivamente il portale "Impresainungiorno". 

Le seguenti istruzioni, circa l'invio telematico, saranno soggette a possibili revisioni durante la prima fase attuativa, a carattere sperimentale, dello Sportello. Si consiglia quindi di consultarle prima dell'invio di ogni PEC.

- Cosa si può inviare in via telematica:

  • Permesso di costruire
  • DIA alternativa
  • Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA edilizia)
  • Comunicazione di attività edilizia libera
  • Segnalazione certificata di agibilità
  • Autorizzazione paesaggistica

- Come fare per l'invio telematico

Chi decide di procedere con l'invio della pratica mediante strumenti telematici deve possedere:

  • casella PEC: è obbligatorio l'utilizzo della casella di posta elettronica certificata;
  • firma digitale: per firmare i file o documenti informatici è necessario essere in possesso di un dispositivo per la firma digitale;
  • procura speciale: il soggetto richiedente deve conferire, utilizzando apposito modulo di procura speciale, la procura speciale al professionista dotato di firma digitale per l'inoltro in via telematica della pratica. Tale modulo deve essere scaricato, compilato a mano, acquisito tramite scansione in formato pdf e allegato alla pratica con il documento di identità del/dei sottoscrittore/i.

- Avvertenze relativamente alle modalità di invio:

  1. Modulistica: per la presentazione delle pratiche deve essere utilizzata la modulistica disponibile nel sito per i diversi procedimenti edilizi.
  2. Oggetto della PEC: l'oggetto della PEC deve riportare nell'ordine:
  • il tipo di procedimento;
  • il nome del richiedente;
  • l'ubicazione dell'immobile (es: SCIA_Mario Rossi_Via_Montecarlo _2).

E' necessario inviare una PEC per ogni pratica da presentare.

  1. Caratteristiche dei file:
  • i files da allegare alla PEC devono essere in formato pdf o pdf/a e non devono essere compressi;
  • i documenti non possono essere suddivisi: ad ogni documento inviato deve corrispondere un file pdf;
  • le dimensioni complessive degli allegati alla PEC non devono superare i 28 Megabyte; qualora questi abbiano una dimensione maggiore di quella consentita è necessario suddividere la pratica in più PEC, da inviare in sequenza, riportando sempre lo stesso oggetto (es: SCIA_Mario Rossi_Via_Montecarlo _2_Parte 1_di_3; SCIA_Mario Rossi_Via_Montecarlo _2_Parte 2_di_3, ecc.). In tali casi nella prima PEC vanno sempre inseriti il modello dell'istanza, la procura speciale e l'elenco riassuntivo della documentazione presentata.

- Irricevibilità della pratica
Nei seguenti casi le comunicazioni telematiche, in quanto prive dei requisiti minimi essenziali, sono considerate irricevibili e, come tali, non verranno protocollate:

  • messaggio proveniente da posta elettronica non certificata;
  • assenza di firma digitale;
  • assenza di procura speciale;
  • mancato invio dei documenti di identità personale dei sottoscrittori la procura speciale;
  • mancata elezione di domicilio presso il soggetto delegato e /o non indicazione dell'indirizzo di PEC ove inviare le comunicazioni;
  • documenti allegati non salvati nei formati ammessi;
  • tutti gli altri casi in cui la rilevanza delle omissioni sia tale da non consentire la completa identificazione dell'intervento, dell'immobile o di altri elementi essenziali all'istruttoria della pratica (es. mancata utilizzazione della modulistica in uso, invio di modulistica priva di alcune pagine, etc.).

Nelle ipotesi descritte verrà inviata apposita comunicazione al richiedente.

- Come effettuare i pagamenti

In base alla pratica da presentare sono previsti diversi importi per i diritti di segreteria, il cui dettaglio è indicato nella modulistica di riferimento.

I diritti di segreteria devono essere versati prima della presentazione delle pratiche. In alcuni casi è necessario il pagamento dell'imposta di bollo. Per comprovare il pagamento dell'imposta di bollo è necessario indicare nella domanda il numero identificativo della marca utilizzata e annullare la stessa, conservando gli originali.

In caso di presentazione di Dia alternativa va versato anche il contributo di costruzione, nell'importo autodeterminato dal richiedente.

Tutte le attestazioni dei versamenti effettuati vanno scansionate in formato pdf ed allegate alla pratica.

I versamenti vanno effettuati presso la BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA - Filiale di Piazzola sul Brenta (via Roma n. 18) indicando i seguenti dati:

  • Cap. 3265 "Risorsa in entrata contributo per P.d.C." : per urbanizzazione primaria – secondaria - costo costruzione - smaltimento rifiuti
  • Cap. 1172 "Risorsa in entrata": per diritti di segreteria L.S. 68/93 art. 10

In caso di versamento a mezzo bonifico bancario presso qualsiasi altra banca, indicare le seguenti coordinate:
CODICE IBAN: IT 36 F 01030 62720 000000807722.
 
Nota: è necessario effettuare un bonifico per ogni capitolo.

- Per informazioni

Sportello unico edilizia (Sue) - Settore Edilizia Privata - Comune di Piazzola sul Brenta
Palazzo Comunale, viale Silvestro Camerini 3 - 35016 - Piazzola sul Brenta (PD)

Tel. 049 9697922 - Fax 049 9697930
Responsabile del Procedimento: geom. Bruno Francesconi (tel. 049 9697922)
Sostituto del responsabile del procedimento in caso di inerzia: dott. Gianni Bozza

- Normativa di riferimento

  • Deliberazione di Giunta Comunale n. 27 del 22/03/2013
  • D.L. n. 83 del 22 giugno 2012 convertito con L. 134/2012 "Misure urgenti per la crescita del Paese";
  • D.P.R. n. 380 del 6 giugno 2001 (art. 5) "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia".

CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE (aggiornato alla D.C.C. n. 55 del 30/11/2015 e adeguato annualmente con determina dirigenziale n. 2 del 26/01/2017)

  • Oneri di urbanizzazione (I^ e II^):

Tab. 1 - Residenza (€/mc)

Tab. 2 – Attività artigianali, industriali, agricole (€/mq)

Tab. 3 – Attività commerciali (€/mq)

Tab. 4 – Attività direzionali (€/mq)

Tab. 5 – Attività turistiche (€/mc)

  • Costo di costruzione

Il valore base per la determinazione del contributo del costo di costruzione è pari a 256,72 €/mq.

La percentuale da applicare per il calcolo del contributo del costo di costruzione è stabilita dalla tabella A4 allegata alla L.R. 61 del 27/06/1985 sostituita, in attuazione del comma 9 dell’art. 16 del D.P.R. 380/2001, dall’art. 2 della L.R. 4 del 16/03/2015.

Tab. 1 – Destinazione residenziale

Tab. 2 - Destinazione turistica, commerciale, direzionale

  • Incidenza contributo per opere necessarie al trattamento, allo smaltimento dei rifiuti solidi, liquidi, gassosi, nonché opere per  la sistemazione ambientale dei luoghi:

Tab. 1 – Trattamento/smaltimento rifiuti

Tab. 2 – Sistemazione ambientale

  • Monetizzazione aree a standard (parcheggi – verde)

Tab. 1 – Monetizzazione aree

  • Determinazione del contributo di costruzione (oneri urbanizzazione, costo costruzione, trattamento e smaltimento rifiuti, sistemazione ambientale, monetizzazione aree standard)

Tab. 1 – Determinazione contributo

DIRITTI DI ISTRUTTORIA (aggiornati alla D.C.C. n. 5 del 15/03/2012)

Tab.1 – Tipologie e importi

VERSAMENTI

I versamenti possono essere effettuati con le seguenti modalità:

- Soggetto beneficiario: Comune di Piazzola sul Brenta, Servizio di Tesoreria;

- Causale: contributo di costruzione, depositi cauzionali, diritti di istruttoria;

- Codice IBAN: IT 36 F 01030 62720 000000807722;

- C/C Postale: 11339355;

- Con bancomat, tramite POS, direttamente presso l’ufficio S.U.E.

MODULISTICA ONLINE EDILIZIA PRIVATA