L’asilo nido comunale “Primi Passi” è un servizio pubblico socio-educativo rivolto alla prima infanzia, destinato a bambini e bambine di età compresa tra i 3 mesi e i 3 anni organizzato sulla base di percorsi pedagogici, in relazione all’evoluzione globale dei bambini e alla realizzazione del loro pieno sviluppo fisico, psichico e relazionale; inoltre esso si prefigge di fungere da sostegno adeguato alle famiglie, consentendo ad entrambi i genitori l’accesso al lavoro, nel quadro di un sistema di sicurezza sociale.

Sorto nel 1957, è stato gestito fino al 1975 da parte dell’ONMI (Opera nazionale Maternità ed Infanzia); dal 1976 passa sotto la diretta gestione del Comune di Piazzola sul Brenta il quale mantiene tuttora la titolarità del servizio; dal 2012 il personale interno è affiancato da quello di SPES (Servizi alla Persona Educativi e Sociali), istituzione le cui finalità sono in linea con i principi, i criteri e le priorità socio-educative del servizio.

Ad oltre cinquant’anni dalla fondazione l’asilo nido rimane un servizio di fondamentale importanza per le famiglie del Comune di Piazzola e di quelli limitrofi.

La struttura è organizzata in modo da poter aumentare il numero di posti disponibili dai 45 a regime fino alla sua capacità massima di 60 posti.

Il nido si propone di  assicurare un ambiente che stimoli da un lato i processi evolutivi e conoscitivi dei bambini e dall'altro operi in costante rapporto con la famiglia e con le altre istituzioni sociali, educative e territoriali. Il progetto complessivo del servizio, intende incentrarsi in particolare su modalità relazionali, dove l'attenzione principale sia rivolta al benessere dei singoli bambini, da conseguire curando la continuità tra i processi di attaccamento esistenti fra famiglia e bambino e la qualità dei rapporti tra bambino ed educatrici nel rispetto dei loro ritmi di vita. Nella programmazione e nella vita di tutti i giorni assumono quindi identica importanza i cosiddetti momenti di routines e quelli d'attività, entrambe occasioni in cui il bambino può sperimentare abilità, riconoscimento e calore nella relazione con gli adulti. E' proprio questa esperienza più sistematica che permette al bambino di stringere rapporti significativi con gli altri, di avanzare negli apprendimenti, secondo ritmi anche molto differenziati tra i diversi bambini.

A partire dall'anno 2015/16 è stata ulteriormente rafforzata la già esistente collaborazione con l'IPAB SPES di Padova, la quale oltre alla figura di coordinatrice ha iniziato a fornire tutto il personale educativo (il personale non educativo ed il cuoco continuano invece ad essere dipendenti comunali). Il "nuovo corso" avviato nel 2015 ha altresì visto l'introduzione di alcune novità dal punto di vista didattico-pedagogico, quale ad es. il progetto di "bilinguismo precoce".

Pagine collegate: Come iscrivere il proprio bimbo al nido