Ricorre in data odierna il "Giorno del Ricordo", istituito dal Parlamento italiano con Legge n. 92 del 30 marzo 2004 con l'obiettivo di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

Una vicenda, ha ricordato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che assunse i contorni di autentica "sciagura nazionale alla quale i contemporanei non attribuirono – per superficialità o per calcolo – il dovuto rilievo.  Questa penosa circostanza pesò ancor più sulle spalle dei profughi che conobbero nella loro Madrepatria, accanto a grandi solidarietà, anche comportamenti non isolati di incomprensione, indifferenza e persino di odiosa ostilità".

Il Comune di Piazzola sul Brenta, anche attraverso l'organizzazione di appositi momenti di ricordo e di riflessione, si fa partecipe delle sofferenze patite dai profughi e dai loro discendenti ed invita i propri cittadini a tenere alta la guardia contro le ideologie e i regimi totalitari che ne furono all'origine, coltivando al contrario i valori di pace, amicizia e fratellanza.

10/02/2020