Nell’incontro con la cittadinanza del 27 gennaio 2016 sono state illustrate, ai presenti, tre ipotesi di modifica alla viabilità nel nostro paese, scaturite dal contributo della Commissione Territorio-Ambiente e degli Uffici Comunali.

Al fine di estendere le informazioni a tutti i cittadini ed evitare la proliferazione di notizie infondate, si riporta, di seguito una breve sintesi delle proposte avanzate.

Va premesso che lo scopo principale, che ha indotto questa Amministrazione comunale ad affrontare il problema, è quello della messa in sicurezza dell’incrocio tra il Viale S. Camerini e le vie Fiume e Dalmazia, così da ridurre i rischi di incidenti stradali.

In subordine vi è l’intento di apportare, gradualmente, un riordino di tutti gli aspetti relativi alla viabilità, quali ad esempio: i limiti di velocità, i parcheggi, i divieti di sosta, il transito dei mezzi pesanti, la tutela dei pedoni e dei ciclisti, ecc.. Il tutto, in una proposta organica che andrà a costituire il Piano del traffico (documento di verifica delle criticità, di soluzioni e regole praticabili).

Fra le prime ipotesi di modifica dei flussi di traffico si è data priorità all’incrocio (notoriamente pericoloso) fra le vie Silvestro Camerini, Fiume e Dalmazia: rilevata la necessità di escludere il doppio senso di circolazione nella “bretella” di collegamento tra la via Fiume e il Viale Camerini, si è considerato il senso unico in uscita dal Centro del Capoluogo e la realizzazione di una “rotatoria”  (ipotesi 1) con l’eliminazione del semaforo, riscontrando contro indicazioni per veicolare il traffico pesante diretto a Campo San Martino.

Anche l’opzione di chiudere la “bretella” (ipotesi 3), nota come curva dei fornai, appare poco praticabile in quanto viene ulteriormente aggravata la situazione dovuta all’impianto semaforico con relative code nelle ore di punta.

Tra le ipotesi allo studio, ha trovato un favorevole riscontro quella contraddistinta con il numero 2  ossia quella che prevede il senso unico sulla “bretella” in uscita dal Capoluogo in direzione Padova, coadiuvata da due sistemi di rallentamento e di rilevamento delle masse per scoraggiare il traffico pesante (> 7,5 t), mantenendo l’impianto semaforico.

In connessione a queste modifiche viene valutata la realizzazione di dissuasori sulle vie Rolando e XX Settembre in modo da non coinvolgerle nel traffico di attraversamento.

Questa ipotesi (la seconda), da confrontare anche con la Provincia, richiede un finanziamento pari a 10.000 €.

Nell’arteria in cui viene previsto il senso unico sarà sempre ammesso il transito di biciclette in entrambe le direzioni,, riservando apposita pista.  Ove possibile saranno incrementati gli spazi laterali destinati alla sosta dei veicoli.

Le ipotesi sopra illustrate saranno oggetto di verifica e sviluppo sulla base delle valutazioni, suggerimenti e osservazioni che i cittadini sono già stati invitati a segnalare, per iscritto, al Sindaco utilizzando preferibilmente una e-mail da inviare al seguente indirizzo:  sindaco@comune.piazzola.pd.it.

Le decisioni, da attuare comunque con logica gradualità, saranno assunte a titolo sperimentale al fine di verificarne l’efficacia sul campo e terranno conto di tutti i contributi, pur dovendone fare, inevitabilmente, una concreta sintesi finalizzata, in primo luogo, alla sicurezza a agli interessi dell’intera comunità.

L'Amministrazione Comunale

Ipotesi 1 Ipotesi 2 Ipotesi 3

 

Quando

  • 29/01/2016
29/01/2016