Informazioni generali

La TASI è il nuovo tributo che sostituisce, dal 1° gennaio 2014, la maggiorazione TARES introdotta dal 10 gennaio 2013. Il tributo è diretto alla copertura dei costi dei servizi indivisibili, cioè i servizi erogati in favore della collettività la cui quantità non è misurabile singolarmente, quali ad esempio la pubblica illuminazione, la manutenzione stradale, il verde pubblico, la sicurezza locale ed il servizio di protezione civile. Diversamente dalla maggiorazione TARES il nuovo tributo non è collegato alla superficie degli immobili, bensì al valore catastale dell'immobile, quindi con le stesse regole previste per l’IMU - Imposta Municipale Propria.

Tempi

La TASI va pagata tenendo conto delle seguenti scadenze:

  • entro il 16 giugno 2016 – Versamento della prima rata / acconto pari al 50% di quanto dovuto
  • entro il 16 dicembre 2016 – Versamento della seconda ratta a saldo del tributo dovuto.

A chi rivolgersi

Telefono:

0499697951

Email:

tributi@comune.piazzola.pd.it

Orari di apertura:

  • Lunedì - Mercoledì: 8.30 – 12.30 + 15.30 - 18.00
  • Martedì - Giovedì - Venerdì: 8.30 – 13.00
  • Martedì - Giovedì: su appuntamento

Ultimo aggiornamento:

09/06/2016
Approfondimenti

Normativa:

L. 147/2013 (cd. "legge di stabilità 2014") ed in part. art. 1, co. 639 e segg.

Regolamento per la disciplina dell'Imposta Comunale Unica (approvato con D.C.C. n. 30/2014)

 

Documentazione da presentare

Modalità di pagamento

Il versamento deve essere effettuato con Modello F24; i codici tributo F24 riservati alla Tasi sono i seguenti: 3958 – Tasi, abitazione principale e relative pertinenze 3959 – Tasi, fabbricati rurali ad uso strumentale 3960 – Tasi, aree fabbricabili 3961 – Tasi, altri fabbricati 3962 – Tasi, interessi 3963 – Tasi, sanzioni Il codice catastale del comune di Piazzola sul Brenta è: G587

Ulteriori informazioni:

E' soggetto al pagamento della TASI chiunque possieda o detenga, a qualsiasi titolo, fabbricati, compresa l'abitazione principale e le aree edificabili; sono esclusi 1) tutti i terreni agricoli (condotti direttamente o meno, da coltivatori diretti e IAP), 2) le abitazioni principali comprese esclusivamente nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 (con le relative pertinenze) 3) le abitazioni concesse in comodato d’uso ai parenti in linea retta entro il primo grado e da questi utilizzati come abitazione principale. Le abitazioni dovranno essere comprese nella Categoria Catastale A, e le pertinenze nelle categorie catastali C2, C6 e C7, nella misura di una sola per ciascuna categoria.

Per approfondimenti si invita a prendere visione della seguente informativa.

Responsabili

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria:

Tributi (Responsabile: Montecchio Fabio )

Responsabile del procedimento:

Dettagli Procedimento

Strumenti di tutela riconosciuti dalla legge:

L. 241/1990 (in particolare artt. 2 e 25)