Si tratta di un dispositivo di importanza fondamentale in caso di arresto cardiaco, proposto e voluto dall'Amministrazione comunale, con il contributo della Farmacia Agostini di Tremignon, Farmacia Cavinato di Presina, Farmacia Vaccato di Piazzola sul Brenta, della Pro loco Piazzola e dell’Associazione dei Commercianti piazzolesi “Le 6 Piazze”.

L'idea di dotare il centro storico di un defibrillatore ha l'obiettivo di assicurare un solerte intervento nei casi di arresto cardiaco che potrebbero verificarsi lungo le vie, nei negozi, in piazza, disponibile 24 ore su 24, in caso di necessità.

“Il centro storico della città è spesso sede di numerose attività a carattere commerciale e culturale ed è costantemente animata da giovani e anziani, ad ogni ora del giorno e della sera – evidenzia l'assessore allo sport Cristian Tonello - Con un piccolo, ma fondamentale, segno di attenzione, quale l'acquisto e la collocazione di un defibrillatore, possiamo assicurare a quanti si recano nel cuore della città maggiore prontezza di intervento in caso di un malore improvviso come l'arresto cardiaco. Fondamentale nella realizzazione di questo progetto la sinergia tra pubblico, privato e mondo del volontariato, ognuno con le proprie risorse e potenzialità”.

L’Amministrazione ha voluto, oltre che ai defibrillatori posizionati in ogni palestra e campo sportivo, munire anche tutta la cittadinanza di uno strumento per permettere a personale non sanitario di salvare la vita delle persone colpite da arresto cardiaco. Un defibrillatore è stato posizionato anche presso il Patronato Don Bosco grazie al contributo della Belvest.

In programma anche la formazione per l’impiego della defibrillazione. Il corso sarà aperto a tutta la cittadinanza e svolto con l'ausilio del personale del 118.

Quando

  • 09/02/2018

Dove

  • Viale S. Camerini, 3
    35016 Piazzola sul Brenta PD
    Italia
06/02/2018