Si avvisa la cittadinanza che è stata emessa l'ordinanza sindacale n. 122 avente ad oggetto "Misure per il contenimento dell’inquinamento atmosferico nel periodo dal 1 novembre 2019 al 31 marzo 2020".

Considerato che l’inquinamento atmosferico rappresenta una delle principali problematiche ambientali in ambito urbano, con effetti negativi sulla salute umana specialmente  durante la stagione invernale allorquando, in particolare in quei territori quali la Pianura Padana, le specifiche condizioni orografiche e meteoclimatiche favoriscono la formazione e l’accumulo nell’aria di inquinanti nonché condizioni di inquinamento diffuse (con particolare riferimento alle polveri sottili), si è infatti ritenuto di dover assumere provvedimenti per la sua limitazione.

Tale impostazione si pone in linea con le indicazioni del Comitato di Indirizzo e Sorveglianza della Regione del Veneto, con il “Protocollo di Intesa tra i Comuni capoluogo di Provincia della Regione Veneto per il coordinamento delle attività di supporto alle azioni previste nel Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell’Atmosfera e finalizzate al contenimento dell’inquinamento da polveri sottili”, con gli esiti cui si è addivenuti in sede di Tavolo Tecnico Zonale “IT0513 Pianura”. (T.T.Z.), nonché con l’invito, avanzato dall’Azienda ULSS n. 6 Euganea, di procedere all’adozione di provvedimenti puntuali a salvaguardia della salute della popolazione.

L'ordinanza, sintetizzando, prevede l'attivazione di misure via via più restrittive (dal divieto di circolazione di specifiche categorie di autoveicoli al divieto di combustione all'aperto fino alla limitazione delle temperature medie all'interne delle proprie abitazioni) a seconda del livello di allerta raggiunto; tali misure restano in vigore dall'1 novembre 2019 al 31 marzo 2020.

Sono previsti tre livelli (di attenzione verde, primo livello di allerta "arancio", secondo livello di allerta "rossa"), attivati in funzione delle rilevazioni circa i livelli di accumulo e di aumento di concentrazione dei PM10 da parte delle centraline dell'ARPAV posizionate sul territorio; sulla scorta delle suddette rilevazioni, a partire dal giorno successivo a quello di controllo (ovvero il martedì e venerdì), partiranno le relative misure temporanee che resteranno in vigore fino al giorno di controllo successivo.

Sul sito istituzionale del Comune di Piazzola sul Brenta e sugli altri canali a disposizione verranno fornite puntuali informazioni circa il livello di allerta raggiunto.

Al fine di non incorrere in sanzioni e penalità, la cittadinanza è invitata ad un scrupoloso rispetto della presente ordinanza.

La cittadinanza è altresì caldamente invitata ad una lettura integrale dell'ordinanza, disponibile per il download in calce a questa pagina.

 

Contatti

  • Per informazioni: Ufficio Ambiente: 049/9697931

Allegati

30/10/2019